martedì 30 aprile 2013

Brucia Massafra, brucia!

C'era da aspettarselo. Quando si danno le autorizzazioni "spensierate" poi è sempre difficile cambiare "pensiero"...
Anzi, alla luce di altre esperienze analoghe, possiamo tranquillamente dire che ormai questa è una pratica collaudata dalla provincia degli inciuci che tutto autorizza a cuor leggero (e portafogli pieno...).

Ok dal Tar a raddoppio dell'inceneritore di Massafra

TARANTO – Via libera dal Tar di Lecce al raddoppio della centrale termoelettrica alimentata a cdr combustibile derivato dai rifiuti ndr) di Massafra (Taranto). Con sentenza depositata oggi la prima Sezione del Tribunale amministrativo regionale (presidente Cavallari) ha accolto il ricorso presentato dalla società Appia Energy, con gli avvocati Pietro Quinto e Luigi Quinto, e ha annullato il provvedimento della Provincia di Taranto con il quale era stata revocata l'autorizzazione al raddoppio, riconoscendo così la legittimità dell’iniziativa proposta e la sua conformità alla disciplina paesaggistica regionale.
Il progetto era stato presentato dalla società del gruppo Marcegaglia nel febbraio del 2012 ed era stato autorizzato con determina del Dirigente del Settore Ecologia del settembre 2012. A distanza di pochi giorni il provvedimento era però stato revocato sulla base di alcuni rilievi mossi dalla Regione Puglia che aveva richiesto l’acquisizione dell’attestazione di compatibilità paesaggistica da parte della giunta regionale.
“Ciò – spiega in una nota l’avv. Pietro Quinto – sulla base di una presunta interferenza dell’intervento con aree sottoposte a tutela. La società ha contestato davanti ai giudici amministrativi il provvedimento di revoca osservando come le evidenze ambientali rilevate dalla Regione Puglia fossero in realtà inesistenti in fatto”. (GdM)

1 commento:

anjel pash ha detto...

I think this project is very beneficial for people. Interesting blog. I really appreciate to the blog owner work here.

bici elettrica Campania